fbpx
  • Italiano
  /  Salute & benessere   /  I carboidrati
Miryadi domestic care - Carboidrati
Lorenzo Baldini - Miryadi Assistenza familiare

di Lorenzo Baldini

Abbiamo già detto che nella maggior parte dei casi se si ingrassa non è perché si è mangiato troppo, ma perché si è mangiato male.
Sappiamo anche che per dimagrire e mantenere il peso è essenziale modificare le nostre abitudini alimentari imparando a scegliere i cibi in funzione del loro “potenziale metabolico” positivo.

Ma in pratica…cosa dobbiamo fare?
Quali sono i cibi da limitare o addirittura evitare e quali quelli da prediligere?

Lo scopo fondamentale della nostra dieta è quello di imparare a costruire dei pasti corretti, bilanciati, equilibrati e completi cercando di avere sempre un occhio alla salute ed uno alla bilancia.

Vediamo allora i cibi di più ampio consumo ed impariamo a conoscerli meglio proprio nell’ottica della costruzione di una dieta corretta..

Partiamo dai

CARBOIDRATI

Pane, pasta, riso, pizze, focacce, crackers e cibi contenenti farine in generale, cereali, patate, zucchero e dolci, frutta, verdure, legumi…
Sono tutti “carboidrati”.
La prima cosa che balza all’occhio è evidente: non tutti i carboidrati sono uguali.
Esistono “carboidrati buoni”, “carboidrati cattivi” ed altri “così così”.

I carboidrati sono da anni al centro dei dibattiti in ambito dietologico.
Alcune diete li osannano perché poveri di grassi, altre li demonizzano perché ritenuti i principali responsabili dell’aumento di peso.
Perciò? Fanno bene o fanno male?
Come capita quasi sempre, la verità sta nel mezzo…

ZUCCHERO: come vi ho già anticipato, lo zucchero è il “capo dei cattivi”.
Una modesta quantità giornaliera di zucchero è sufficiente a fare spostare in alto l’ago della bilancia.
L’organismo ha bisogno di glucosio, non dello zucchero: frutta, verdura e cereali integrali apportano al nostro organismo la quantità di glucosio necessaria.
Ripeto quanto già detto nell’ scorso capitolo: rinunciare allo zucchero e ai dolci è essenziale per perdere peso.
Ad ogni tipo di zucchero e ad ogni tipo di dolce.
Solo nel mantenimento si potrà saltuariamente reintrodurre e in modiche quantità.
Dei dolcificanti parleremo nelle prossime puntate, ma vi anticipo già che io sono piuttosto critico…

PASTA: è una delle pietre miliari della dieta mediterranea.
Impossibile rinunciare a “Sua Maestà la Pasta”!
Infatti, non vi chiedo di rinunciarvi, ma solo di sceglierla bene e di controllarne la quantità.
La pasta “buona” è ottenuta da grano duro, è meglio integrale e deve essere sempre al dente.
Riguardo alla quantità, non vi conosco di persona e mi è pertanto impossibile darvi una quantità esatta.
In linea di massima, tra i 50 e gli 80 gr. è una porzione corretta.
Nel piatto dovreste ritrovarvi una quantità di pasta della dimensione approssimativa del vostro pugno: in questo modo è automatico l’adattamento alle vostre dimensioni corporee.
Scontato infatti che il pugno di un uomo alto 190 cm sia più grosso di quello di una donna alta 150 cm; la porzione è subito differenziata.

RISO e CEREALI: assolutamente da evitare il riso parboiled e le gallette di riso, la cui lavorazione industriale fa schizzare il alto l’indice glicemico.
Anche per il riso valgono le stesse regole della pasta: porzione di un pugno “a cotto”, meglio se integrale o basmati e, mi raccomando, sempre “al dente”.
Nella fase di dimagrimento il riso sarà solo bollito, con un filo di olio e parmigiano.
I risotti torneranno consentiti ma solo nel mantenimento.
Stesso discorso per i cereali, tanto di moda oggi: farro, orzo, grano, bulgur…mai parboiled, solo integrali e con un occhio ai condimenti ed alle quantità

PANE : anche il pane va controllato nella fase di dimagrimento.
Cercate di sceglierlo sempre integrale, multicereali…o comunque fatto con farine poco raffinate.
Assolutamente da evitare il pane bianco. Preparato con farine troppo raffinate ha un Indice Glicemico troppo elevato per permettere di dimagrire. Inoltre è spesso quasi completamente svuotato di ogni proprietà nutrizionale positiva.
Solita regola del pugno per regolarsi sulla quantità.
Assolutamente proibito il “pan bauletto” industriale, anche quello che si spaccia per integrale.

PATATE: l’indice glicemico della patata è molto elevato, addirittura vicino a quello dello zucchero.
Pertanto, se vogliamo perdere peso, come lo zucchero anche le patate andranno rigorosamente evitate.
Anche le patate le reintrodurremo raggiunto l’obiettivo, ma sempre con grande attenzione.
Mi raccomando: al ristorante spesso capita di ordinare una pietanza perfetta e di vederla impiattata col suo bel contorno di patate.
Le patate piacciono a tutti, costano poco e sono facili da cucinare.
Ma per dimagrire non vanno bene!
Chiedete sempre se il piatto scelto include un contorno e se si tratta di patate, chiedete di sostituirle.

Per questo mese abbiamo abbastanza “cibo in pentola”.
Applicate queste regolette relativamente a zucchero, pasta, pane, riso e cereali, patate.
Ricordate che si tratta di cibi che nella fase di dimagrimento potrete mangiare a scelta UNA SOLA VOLTA AL GIORNO.

La prossima volta parleremo ancora dei carboidrati da evitare o limitare…i cibi che li contengono sono tantissimi!
Ma parleremo anche di quelli che non richiedono grandi controlli quantitativi…verdure in primis.

A presto!

We use cookies to offer you the best online experience. We request acceptance of cookies in accordance with our cookie policy.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

When you visit a website, it can store or retrieve information on your browser, mainly in the form of cookies. Check your personal cookie services here.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

In order to use this website we use the following technically required cookies
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Usiamo WooCommerce come sistema di acquisto. Per il carrello e l'elaborazione degli ordini verranno memorizzati 2 cookies. Questi cookie sono strettamente necessari e non possono essere disattivati.
  • woocommerce_cart_hash
  • woocommerce_items_in_cart

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi